OKkio alla salute

 

Titolo: “Sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE”

Durata del progetto2007-ad oggi

 

Razionale

L’obesità infantile è una condizione multifattoriale associata a una serie di conseguenze per la salute a breve e a lungo termine, come un maggior rischio di morte prematura e di disabilità in età adulta.

Dal 2007, in seguito alle raccomandazioni della Conferenza europea dell’OMS sulla lotta contro l’obesità tenutasi a Istanbul, il Ministero della Salute italiano ha promosso e finanziato il Sistema di sorveglianza nutrizionale chiamato “OKkio alla SALUTE”. Ad oggi, sono state effettuate in tutte le regioni italianesei raccolte dati avvenute nel: 2008/9, 2010, 2012, 2014, 2016 e 2019. OKkio alla SALUTE fa parte della “Childhood Obesity Surveillance Initiative – COSI” della Regione europea dell’OMS, permettendo così confronti tra paesi all’interno della Regione Europea.

 

Obiettivi

OKkio alla SALUTE monitoralo stato nutrizionale, le abitudini alimentari e lo stile di vita dei bambini della scuola primaria (8-9 anni) attraverso la misurazione diretta di peso e statura e la raccolta di informazioni mediante questionari rivolti ai bambini, ai genitori e al contesto scolastico.

 

Tipo di studio

La popolazione target sono i bambini della terza classedella scuola primaria, che hanno quasi tutti tra gli 8 e i 9 anni. Tutte le regioni italiane partecipano alla raccolta dati con campioni rappresentativi a livello regionale e, laddove richiesto, a livello di ASL. Il metodo di campionamento scelto è quello a grappolo (cluster survey design – Csd); l’unità di campionamento è la singola classe di terza elementare, selezionata col metodo della probabilità proporzionale alla dimensione (probability proportional to size). Il campione viene estratto a partire dalla lista delle classi fornita dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

I bambini vengono pesati e misurati in classe con attrezzature e metodi standard da personale sanitario appositamente formato. Per stimare la prevalenza di sovrappeso e obesità si utilizza l’Indice di Massa Corporea (IMC o BMI in inglese), ottenuto come rapporto tra il peso espresso in chilogrammi al netto della tara dei vestiti e il quadrato dell’altezza espressa in metri. Per la definizione del sottopeso, normopeso, sovrappeso, obeso e gravemente obeso si è scelto di utilizzare i valori soglia per l’IMC desunti da Cole et al., come consigliato dalla International Obesity Task Force (IOTF). Per un confronto internazionale, il sovrappeso e l’obesità sono anche stimati utilizzando le curve di crescita dell’OMS. I bambini e i rispettivi genitori completano anche due brevi questionari. Nel questionario indirizzato ai genitori sono richieste informazioni sulla loro istruzione, nazionalità, occupazione e condizioni economiche. Le informazioni dei due questionari sono collegate tramite un codice di identificazione univoco e anonimo. I questionari sono disponibili in italiano e in altre nove lingue. Il protocollo è stato approvato dal comitato etico istituzionale dell’ISS.

 

Descrizione attività

Le disuguaglianzedi salute nei bambini sono oggetto di grande preoccupazione poiché la salute durante l’infanzia ha implicazioni dirette anche durante l’adolescenza e l’età adulta. In Italia, l’obesità infantile è una condizione di salute per la quale vi è un crescente riconoscimento delle conseguenze sia a breve che a lungo termine.

OKkio alla SALUTE consente di esaminare le differenze geografiche nell’obesità infantile e di valutare le loro implicazioni presenti e future per il sistema sanitario.

I fattori di rischio dell’obesità possono anche essere analizzati alla luce delle diverse condizioni socio-economiche dei genitori. Ogni raccolta dati di OKkio alla SALUTE coinvolge circa 2600 classi, 45000 bambini, 48000 genitori e 2400 scuole (tasso di risposta sempre superiore al 95%).

 

Risultati attesi

I dati sull’obesità e i fattori di rischio correlati se stratificati per area di residenza (Nord, Centro, Sud), istruzione dei genitori e condizioni socio-economiche consentono di valutare e monitorare le disuguaglianze sanitarie tra i bambini in Italia. Ad esempio, le sei raccolte dati di OKkio alla SALUTE hanno dimostrato che la prevalenza di sovrappeso e obesità nei bambini è sempre più alta nel Sud e quando i genitori sono meno istruiti.

 

 

Responsabile del progetto: Angela Spinelli (angela.spinelli@iss.it), Paola Nardone (paola.nardone@iss.it)

Personale coinvolto nelle attività riguardanti le disuguaglianze: Angela Spinelli (angela.spinelli@iss.it), Paola Nardone (paola.nardone@iss.it), Marta Buoncristiano (marta.buoncristiano@iss.it), Laura Lauria (laura.lauria@iss.it)

Dipartimento/Centro: CNAPPS

Sito web: https://www.epicentro.iss.it/okkioallasalute/

COOKIE Policy.