ADVANTAGE

         

Titolo: Joint Action Europea ADVANTAGE “A comprehensive approach to promote a disability-free advanced age in Europe: the ADVANTAGE initiative”

Durata del progetto: Dal 01/01/2017 al 31/12/2019

 

Razionale

Secondo il Report mondiale sull’Invecchiamento (Organizzazione Mondiale della Sanità, 2015), l’invecchiamento in salute (healthy ageing) non è contraddistinto semplicemente dall’assenza di malattia, ma può essere defintio come il processo di sviluppo e mantenimento della capacità funzionale che è alla base del benessere psico-fisico nel corso della vita. La fragilità è il declino progressivo della riserva fisiologica individuale, e si colloca all’interno del continuum tra il normale invecchiamento e la disabilità. E’ una condizione multifattoriale, età-correlata e molto diffusa in età avanzata, caratterizzata da un’aumentata vulnerabilità agli eventi avversi di origine endogena ed esogena e da una conseguente riduzione della capacità funzionale, esponendo l’individuo ad un maggior rischio di esiti di salute negativi, quali ospedalizzazione, istituzionalizzazione, disabilità e morte.
La prevalenza della fragilità è più elevata nei Paesi a reddito medio-basso, ed è più comune nelle donne e nelle classi più povere.
Essendo un processo dinamico potenzialmente reversibile, la fragilità offre ampie opportunità di prevenzione, soprattutto nei suoi stadi iniziali.
Nonostante la definizione e le caratteristiche della fragilità siano ancora abbastanza dibattute, la comunità scientifica concorda nel riconoscerla come una delle principali sfide legate all’invecchiamento globale della popolazione, con pesanti ripercussioni sul benessere degli anziani, dei loro familiari e sulla sostenibilità del sistema di assistenza sanitaria e sociale.

 

Obiettivi

Lo scopo della JA ADVANTAGE è quello di mobilitare gli Stati Europei al fine di creare un approccio strategico integrato e condiviso per la gestione degli anziani fragili, o a rischio di diventarlo, così da favorire un invecchiamento privo da disabilità e in salute, a livello Europeo. L’obiettivo prevede tre stadi consecutivi:

  • raggiungere un concetto comune di fragilità e dei fattori associati, in modo da apportare gli opportuni cambiamenti all’organizzazione e all’implementazione dei sistemi di assistenza socio-sanitaria di ciascuno Stato membro;
  • condividere un approccio comune europeo di screening, diagnosi precoce, prevenzione, valutazione e gestione della fragilità;
  • sviluppare una strategia comune per la prevenzione e la gestione della fragilità (Frailty Prevention Approach) finalizzata anche a sensibilizzare e supportare gli stakeholders, in particolare i responsabili e i decisori politici.

 

Tipo di studio

Lo scopo della JA ADVANTAGE è quello di mobilitare gli Stati La Joint Action ADVANTAGE, co-finanziata dall’Unione Europea nell’ambito del Terzo Programma Sanitario Europeo [Grant Agreement 724099], vede la collaborazione di 22 Stati membri, rappresentati da 33 organizzazioni. L’Istituto Superiore di Sanità è una delle istituzioni italiane designate dal Ministero della Salute a partecipare alla JA, insieme a Agenzia Nazionale Servizi Sanitari Regionali (AGENAS), Istituto Nazionale Riposo e Cura Anziani (INRCA), Regione Marche e Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC).

 

Risultati attesi

I principali risultati e prodotti di ricerca della JA ADVANTAGE sono:

  • State of the Art Report on Frailty (SoAR) – Il report sullo Stato dell’Arte sulla Fragilità, basato sulle revisioni sistematiche della letteratura condotte nell’ambito della JA ADVANTAGE, fornisce una visione comune sulla fragilità, sintetizzando l’evidenza scientifica sui diversi aspetti dell’argomento.
  • MS Baseline Situation Report on the Prevention and Management of Frailty – Il report, basato sulle informazioni raccolte attraverso un’indagine specifica destinata ad informatori chiave di ciascuno Stato membro, fornisce un quadro dell’attuale approccio nazionale/regionale in tema di fragilità (strategie, politiche, programmi, interventi, piani, ecc.).
  • Roadmaps for action on Frailty at MS level – Sulla base della specifica situazione di partenza e delle risorse disponibili, e utilizzando il SOAR come gold standard, ciascuno Stato membro è stato invitato a stilare la propria tabella di marcia per incrementare il contrasto alla fragilità e favorire l’invecchiamento in salute per i successivi quattro anni.
  • Frailty Prevention Approach – destinato in particolare a responsabili e decisori politici, consulenti tecnici, dirigenti e professionisti sanitari, e a tutti gli stakeholders coinvolti nello sviluppo di strategie nazionali o regionali di sostegno all’invecchiamento in salute, il documento fornisce le linee di indirizzo per rafforzare le competenze e ottimizzare gli sforzi per implementare o potenziare le politiche di prevenzione nazionali o regionali di ciascuno Stato membro. L’FPA è uno strumento pratico per combattere le diseguaglianze esistenti non solo tra i vari Paesi europei, ma anche al loro interno, seguendo una doppia prospettiva: un approccio comune a livello europeo e un’attenzione particolare alla situazione, alle potenzialità e alle risorse disponibili in ciascun Paese.

 

Responsabile del progetto: Lucia Galluzzo (ISS principal investigator) (lucia.galluzzo@iss.it)

Dipartimento/Centro: Dipartimento Malattie Cardio-Vascolari, Endocrino-Metaboliche e Invecchiamento

Pagina web del progetto: http://www.advantageja.eu

COOKIE Policy.